Le prime escursioni sciistiche in alta montagna - relazione e applicazione sullo sviluppo e la diffusione dello sci
Documento archivistico del mese gennaio 2024
Archivio di Stato del Baden-Württemberg

Negli anni Novanta del XIX secolo, alcuni dei primi sciatori della Foresta Nera, nel Baden, hanno presto coltivato il desiderio di diffondere lo sci sulle Alpi. L’utilizzabilità degli sci in alta montagna in inverno doveva essere dimostrata da escursioni sciistiche intraprese da loro stessi. Tra queste persone c’era anche lo studente friburghese Wilhelm Paulcke (1873-1949), entusiasta dello sci fin dalla sua infanzia a Davos. Nel 1902, Paulcke raccontò lo sviluppo dello sci nelle Alpi e il suo ruolo in esso:

Victor de Beauclair, Erwin Baur e Peter Steinweg furono i compagni di questo primo tour in alta montagna che aveva come obiettivo l’Oberalpstock, alto 3330 metri [sic!]. […] Il 5 gennaio, per la prima volta, gli sciatori hanno sciato ad altitudini superiori ai 3000 metri. La cima è stata raggiunta, la prima vittoria degli sci è stata ottenuta. Secondo lui, un’altra gita sugli sci […] fu decisiva per la diffusione e il riconoscimento dello sci in alta montagna […]. Questo meraviglioso e indimenticabile primo viaggio invernale sugli sci attraverso l’Oberland Bernese durò dal 18 al 23 gennaio 1897!

Nel 1902, Paulcke si vede all’inizio di una nuova era del movimento invernale nelle Alpi. Nel 1901, la sezione di Friburgo presentò una richiesta all’Associazione alpina tedesca e austriaca per avviare ulteriori passi verso l’istituzione sistematica dello sci nelle Alpi con corsi di sci. Se vogliamo che lo sci abbia un effetto veramente benefico, deve penetrare in ogni valle e farsi conoscere ovunque, […]. Paulcke era impegnato nello sci per diversi motivi: doveva servire come mezzo di trasporto o offrire prospettive economiche. Inoltre, lo sci e lo sport in generale erano importanti per Paulcke dal punto di vista militare, il che non lo legava solo ai nazionalsocialisti. Oggi il turismo sciistico è indispensabile in molte località delle Alpi, nonostante le sfide climatiche.

Sara Diedrich, Archivio di Stato del Baden-Württemberg

Letteratura: Sara Diedrich/Elias Siebert, Gezähmte Berge. Alpine Landschaften im Blick badischer Fotografen, Stoccarda 2020 (Begleitpublikation zur Ausstellung des Generallandesarchivs Karlsruhe).

Credito fotografico: Archivio di Stato del Baden-Württemberg, Generallandesarchiv Karlsruhe F-S Paulcke Nr. 8085

Idee per un tour: esplorare l’Oberalpstock…

Le previsioni meteo in loco..

Rapporto sulle valanghe…